Fradelonata

Un accurato studio del territorio con numerose esplorazioni in loco ci hanno permesso di individuare il sentiero che Sergio Fradeloni (al quale è dedicata la nostra sezione) aveva ipotizzato e inserito nella sua guida Dolomiti di Sinistra Piave e Prealpi Carniche. Le intenzioni del compianto erano quelle di una lunga traversata che da casera Chiampis portava al rifugio Pussa. Mancava da realizzare il tratto tra casera Chiampiuz e l’incrocio con il 364: a questo ci siamo dedicati.

Nell’occasione commemorativa qui proposta percorreremo solo il transetto Chiampiuz – 364 con discesa lungo questo sentiero (o il 364/A) fino a Forni che ci permetterà di realizzare un anello con partenza e arrivo presso il guado sul Tagliamento di Forni di Sotto.

Auspichiamo che qualcuno in futuro tenti la traversata completa Chiampis – Pussa in giornata.

È utile ribadire che l’attività proposta è molto impegnativa con difficoltà di tipo greppistico dove bisogna essere assuefatti ai terreni disagevoli, rocce marce, zecche, fatica, privazioni e pericoli d’ogni genere compreso l’orso che bazzica volentieri quei luoghi.

Buona fortuna!

Precedente Cresta dei Triestini Successivo Il mio corpo sa cosa fare

Lascia un commento