Crea sito

Il Traversone

Nella cartina qui sotto il piano dell’escursione: il primo giorno evidenziato in viola, il secondo in azzurro.

Ritrovo al rifugio Pussa e salita con automezzo in Senons. Raggiunto il M. Burlatòn inizia una lunga cresta erbosa (ramponi; consigliati questi) che con il passaggio per F. Pierasfezza e Cima Leadicia termina in casera Chiarpin dove si pernotta.

Il secondo giorno seguiremo il vecchio sentiero 393 ritornando in F. Dal Cuèl e poi giù in Senons. Per i curiosi, invece di valicare F. Dal Cuèl si potrà salire da Est il M. Burlat e scendere ad Ovest, sui prati di casera Senons.

2 Risposte a “Il Traversone”

  1. Farete l’integrale per cresta della Leadicia? I risalti non sono aggirabili? Ho letto sul libro del Chiarpin di gente che è discesa “per il costone” senza accennare a passaggi su roccia.
    Grazie e complimenti per il sito.

    1. Sì, integrale per cresta. I risalti sono aggirabili. Già ab antiquo cacciatori e pastori salivano e scendevano per quella cresta calcando i passaggi più semplici. Noi cercheremo di stare il più possibile sul filo.
      Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.